Agenzia Mantegna Viaggi



Nepal 2009

Nepal Un viaggio dalle forti emozioni che non può lasciare indifferente, occorre necessariamente far decantare le idee per capire ciò che si è vissuto. Quando arrivi nella capitale, i sensi sono sopraffatti dal rumore assordante del traffico caotico, dell'agre odore delle immondizie che bruciano, dalla polvere che pervade l'aria e si appiccica alla pelle. L'aria inquinata fa bruciare la gola e chiude il naso .

Inspiegabilmente, se varchi la soglia dei cortili dei templi, il rumore tace e il profumo d'incenso e fiori pervade l'aria; nei grandi alberghi vivi le suggestioni delle regge di Rana, circondato da un lusso raffinato del tempo passato. Nella periferia collinare silenziosa e pulita trovi i monasteri dei monaci tibetani profughi, che innondano il nitido tramonto rosa fucsia con il suono dei corni di preghiera, ospitano occidentali smarriti alla ricerca della pace interiore.



Ci sono pure monasteri che pullulano di monaci - bambini intenti nello studio, con occhi limpidi e teneri sorrisi, minimamente intimiditi dal turista che curiosamente li vuole fotografare nelle loro attività quotidiane . La valle di Kathmandu è costellata dalle città capitali del fascino antico, e da interessanti villaggi segnati da severi templi induisti e buddisti , anzi, spesso le due religioni si mescolano confusamente. La valle, coltivata a terrazze, è percorsa da imponenti fiumi che corrono impetuosi verso il Gange, tratteggiati qua e la, da filiformi ponti sospesi, oggi di acciaio.

Al sud ti accoglie la foresta del Chitwan in cui puoi ammirare rispettosamente il magico spettacolo della natura: dal risveglio gocciolante di cristallina rugiada, all'alba iridescente sul fiume; dalla fresca brezza tra la vegetazione sub - tropicale ai piedi dei ritti alberi di sal, all'autentica emozione dell'incontro improvviso con gli animali che là vivono, alla splendente notte stellata vicino al fuoco.

In questo paese hai la fortuna di incontrare casualmente in luoghi diversi, persone occidentali di varia età ed estrazione che svolgono un periodo di servizio per questa povera gente, che evidentemente non si dimentica . Sono donne e uomini che contagiano con la vera gioia che scaturisce da un cuore innamorato. Loro hanno scelto la parte migliore , loro stanno facendo il viaggio più bello.


Un Viaggiatore